Linea C della Metropolitana di Roma - Dal Cipe le risorse per aprire i lavori sull'ultima tratta San Giovanni-Clodio


Sospiro di sollievo per i tanti cittadini, compreso me, che aspettano da anni la realizzazione delle linee B1, C e D del metrò romano. Non è ancora ufficiale ma sembra che il Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ovvero l'organo che stanzia definitivamente i fondi per le grandi opere in Italia, abbia dato parere positivo allo sblocco di 350 milioni necessari per avviare, e concludere, i lavori della linea C della metro di Roma dal tratto San Giovanni al capolinea Clodio (in attesa di nuovi fondi per arrivare anche a Grottarossa)

Il finanziamento del Cipe non era cosa scontata. Qualche mese fa, infatti, l'Ad di RomaMetropolitane Federico Bortoli aveva lanciato l'allarme: "Nella prima lista provvisoria di opere finanziate dal Cipe manca la linea C". Ora aspettiamo di vedere che sia tutto nero su bianco per essere sicuri. A tranquilliazare tutti, però, ci ha pensato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. "E' la nostra richiesta principale al Cipe - ha detto - Ci hanno dato rassicurazioni, dovrebbe essere tutto a posto".

Nell'attesa dell'ufficialità vi ricordo come sarà la linea C nel 2015, una volta conclusi tutti i lavori. La terza linea metrò di Roma partirà dal capolinea sud a Pantano e dopo diverse fermate tra le borgate Finocchio, Borgehsiana, Torre Angela e Torre Maura, si infilerà sotto terra a Giardinetti per fermarsi, tra le altre, alle fermate Alessandrino, Centocelle, Mirti, Pigneto, Lodi, San Giovanni (incrocio con la linea A), Colosseo, (incrocio linea B), Venezia (in futuro con la linea D), Chiesa Nuova, Risorgimento, Ottaviano (di nuovo con la A), Clodio e poi fino all'Auditorium e Grottarossa. La tratta Pantano-San Giovanni aprirà nel 2012-2013, quella da San Giovanni a Clodio nel 2015.

Foto: Metroitaliane.it

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: