Alemanno vuole un'inchiesta sul prof negazionista

Gianni Alemanno ha espresso sconcerto e condanna per l'episodio che visto protagonista un docente del liceo artistico di via Ripetta, che giovedì scorso, durante un consiglio di classe, ha negato lo sterminio degli ebrei. "Se i fatti risultassero confermati, dovranno essere presi provvedimenti disciplinari" ha detto il primo cittadino rientrato da Auschwitz insieme con 250 studenti romani. "Mi offende soprattutto la frase riportata secondo cui gli ebrei "non sono neanche italiani". Scriverò al provveditore agli studi di Roma e alla preside dell'istituto affinché venga aperta immediatamente un'inchiesta".

La ricostruzione dei fatti, raccontata dal quotidiano La Repubblica, è stata confermata dal professor Virgilio Mollicone che ha accompagnato i ragazzi ad Auschwitz: "Il mio collega ha più volte ripetuto che la Shoah è un'invenzione degli inglesi e che 'gli ebrei non sono italiani'. Anche la professoressa di italiano e storia si è espressa contro queste tesi negazioniste, e tutto il corpo docente era d'accordo nel contrastarle".

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: