Gian Luigi Rondi è il nuovo presidente della Festa del cinema di Roma

La notizia circolava da qualche giorno e lui, di fatto, già parlava come il nuovo presidente da una settimana. Solo oggi, però, è arrivata l'ufficialità: Gian Luigi Rondi è il nuovo presidente della Festa del cinema di Roma.

Gian Luigi Rondi, decano tra i critici cinematografici italiani ed ex presidente della Biennale di Venezia, è stato "incoronato" presidente questa mattina all'Auditorium-Parco della Musica, consueta sede della Festa che quest'anno, dal 22 al 31 ottobre celebra la sua terza edizione. Sul suo nome è stato trovato l'accordo tra i cinque soci fondatori della fondazione Festa del cinema di Roma, ovvero Comune, Provincia, regione Lazio, Fondazione musica per Roma-Auditorium e Camera di commercio. In altre parole Rondi è stato proposto da Alemanno ma accettato anche dalle altre Istituzioni locali che avevano scartato le precedenti proposte, come quella di Pasquale Squitieri, dopo l'addio di Bettini.

Cambierà qualcosa alla Festa del Cinema? Alemanno fa sapere che si, "Qualcosa cambierà" a partire da un maggiore attenzione ai film italiani e dal possibile collegamento con i David di Donatello. Il red carpet resterà, ma solo per i grandi attori e i registi fa sapere Rondi che in mattina ha anche incontrato Bettini per lo scambio di consegne e complimenti: "Da due anni scrivo la mia ammirazione per questa iniziativa romana. Ricevo questo incarico con una nave che già naviga veloce in alto mare" ha dichiarato il neo-presidente. "Rondi è una persona di grande autorevolezza, educata e perbene, un maestro. Ho iniziato ad amare il cinema proprio grazie a lui" ha risposto Bettini.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: