George Bush a Roma, il piano sicurezza della Questura

Arriva George Bush. Il presidente americano incontrerà Giorgio Napolitano al Quirinale, poi Berlusconi a Palazzo Chigi. Infine passeggiata con il Benedetto XVI nei giardini Vaticani. L'atterraggio del suo Air Force One è previsto mercoledì prossimo a Ciampino.

Il piano di sicurezza scatterà da domani sera: divieto di sorvolo per tutti gli aerei e attuazione del piano "Jupiter" per la sicurezza aerea, tiratori scelti, uomini dei Nocs della polizia, attuazione del dispositivo "cono d'ombra" per oscurare qualsiasi impulso elettronico a distanza, rinforzata la vigilanza per gli obiettivi a rischio. Nei pressi di Villa Taverna, ai Parioli, saranno rimosse le auto in sosta nel perimetro della residenza dell'ambasciatore americano. Stessa prassi per i cassonetti mentre i tombini verranno sigillati. In tutto saranno impegnati un migliaio fra Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza. A scortare George Bush nella Capitale saranno invece i Nocs.

Il blocco del traffico avverrà a soffietto: mano mano che il corteo presidenziale avanzerà, le strade saranno chiuse e quindi aperte. Ai vigili urbani il compito di organizzare questa misura, già sperimentata per la precedente visita di Bush. Il presidente ripartirà poi nel pomeriggio di venerdì.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: