Le prime decisioni di Alemanno: vigili urbani armati e nuove priorità per la Polizia Municipale

Manganelli ai vigili urbani e nuove priorità operative per il corpo, probabilmente indirizzate a lavorare con maggior impegno sul fronte abusivismo e decoro. La nuova giunta comunale ancora non si è insediata, si parla di Augello al Bilancio, Marsilio all'Urbanistica, Ripa di Meana all'Ambiente e Barbareschi alla Cultura, ma il neo sindaco di Roma Gianni Alemanno già parte con le prime proposte.

"Sarà mia cura individuare come priorità un confronto ampio e complessivo con tutte le rappresentanze della Polizia Municipale" ha esordito il primo cittadino della Capitale questa mattina dopo la sua nomina ufficiale e dopo aver reso noto, tramite le pagine de Il Messaggero, che i vigili urbani saranno armati ma con un regolamento che prevede l'obiezione di coscienza. "Vogliamo una città più sicura e vivibile - ha aggiunto Alemanno - e per questo sarà centrale il ruolo della Polizia Municipale". "Da parte nostra - ha però voluto specificare il sindaco a Uno Mattina - non c'è nessuna voglia di fare gli sceriffi".

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina: