Confessioni di Venditti: santi, Satana e Benedetto XVI

E' un Venditti decisamente inedito quello che si racconta a Petrus, quotidiano online sull'apostolato di Benedetto XVI: vivo per miracolo, cantante per merito di san Francesco Saverio e vittima di Satana. Niente male per il cantante di "Che fantastica storia che è la vita". Fragile e sottopeso, al neonato Antonello avevano pronosticato una morte imminente; la madra Wanda, molto devota, pregò san Francesco Saverio per la sua sopravvivenza: "Fu così che una notte, in sogno, il santo le disse: non ti preoccupare, si salverà, diventerà grande e sarà un cantante famoso".

L'incontro con Satana è invece più in là negli anni: "Sedicenne, ero ossessionato da una figura malefica che appariva all'improvviso e mi immobilizzava quasi del tutto. Ricordo che potevo muovere solo il braccio destro". E con quello si faceva il segno della croce e tutto tornava normale. Ammiratore di Padre Pio, Venditti ha parole di elogio per l'attuale pontefice: "E' un signor Papa e un signor teologo. Io credo e confido in lui".

Fonte | Petrus

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: