As Roma, tra Soros e controlli a sorpresa

Dopo l'uscita dalla Champions' League nonostante l'ottima prestazione con il Manchester, ecco di nuovo sbucare un ipotetico acquirente della società capitolina: George Soros, ungherese di nascita ma oggi multimiliardario americano. Ma rispetto alle ripetute e stucchevoli voci già trapelate in passato, in questa occasione la famiglia Sensi non smentisce e anzi lascia intendere che un contatto fra le parti ci sia stato. Lo conferma anche il quotidiano giallorosso per eccellenza, Il Romanista, secondo cui tra le proposte avanzate dal magnate magiaro ci sarebbe l'idea di uno stadio nuovo e un ruolo di presidenza onoraria per i Sensi.

Questa mattina, intanto, buona parte della squadra è stata sottoposta a un controllo antidoping a sorpresa. La visita è arrivata due giorni dalla partita che vedrà impegnati i vicecampioni d'Italia sul campo dell'Udinese, impegno decisivo per la rincorsa all'Inter capolista.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: