Porta Portese, controlli e sequestri nel mercato


Mai come stavolta alle parole sono seguiti i fatti. Dopo averlo annunciato una settimana fa, sono infatti incominciate le operazioni per mettere un freno al fenomeno dell’abusivismo commerciale nello storico mercato di Porta Portese.

Dalle 20 di ieri e per tutta la mattina, le strade di Trastevere, dove si svolge il tradizionale mercato domenicale, sono state controllate a tappeto da 200 vigili urbani.
Il bilancio? Oltre cento fermati, la maggior parte nomadi, per controlli e identificazione, un arresto e 15 denunce, soprattutto, per vendita di merci contraffatte. Diverse decine i sequestri, compresi quattro furgoni, uno pieno di alimenti, e tre di oggetti vari dalle lampadine ai soprammobili.

A cadere nella rete dei controlli, anche qualche ambulante senegalese e diversi venditori italiani che, sprovvisti di licenza, si sono visti vietare l'accesso all'abituale area di vendita. In tutta risposta, i commercianti hanno inscenato una protesta bloccando i binari del tram su viale Trastevere.
La situazione è tornata alla normalità solo dopo che una loro delegazione si è incontrata con l'assessore alla Sicurezza Jean Leonard Touadi che ha detto:

“Accanto al diritto di chi è in possesso della licenza, il Comune riconosce anche il diritto di chi è frequentatore abituale del mercato da anni”.

Via | www.ilmessaggero.it

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: