Sciopero a Roma: venerdì 20 luglio 2012 stop del trasporto pubblico locale

Dopo una breve pausa condita da disservizi, ritardi e attese infinite, non solo sulla linea B della metropolitana, iniziamo a prepararci con cura ad un nuovo Sciopero Nazionale del Trasporto Pubblico Locale, di venerdì ovviamente, ma non uno qualsiasi, venerdì 20 luglio, già 'nero' e bollente, a causa del consueto traffico del fine settimana, ma anche del primo vero esodo vacanziero dell’estate.

A scioperare per quattro ore, dalle ore 08.30 alle 12.30 sono Faisa-Cisal per Atac, e per Faisa-Cisal per Roma Tpl scarl, Sul e Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti per Umbria Tpl e Mobilità Spa, Filt-Cgil, Filt-Cgil, Fit-Cisl per Cilia SpA estende la protesta dalle 08.30 alle 16.30, mentre Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti, Faisa-Cisal per Orsa-Trasporti, si concede addirittura modalità varie.

In sintesi, dalle 8.30 alle 12.30 saranno a rischio le corse di autobus (anche Cotral), filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo, probabilmente anche verificatori e addetti alle biglietterie, mentre l'eventuale chiusura della metropolitana non sarà riattivata prima delle ore 14 circa.

Roma Servizi per la Mobilità, venerdì a partire dalle 11.30 e sino a fine giornata, non assicura le attività dello sportello al pubblico di piazzale degli Archivi 40, all'Eur, le informazioni del numero verde disabili 800154451. Inoltre non garantite le attività dei box informazioni di Termini e Fiumicino e dei check point bus turistici di Laurentina e Aurelia (per quello di Ponte Mammolo è in corso la chiusura estiva). Infine, dalle 11.30 alle 18, il contact center infomobilità 0657003, assicura solo le informazioni sullo stato del servizio di trasporto pubblico.

Anche per questo venerdì 20 luglio e alleggerire la pressione sul traffico, i varchi delle Ztl diurne del Centro Storico e di Trastevere non saranno attivi.

Voi avete già capito che significa una mobilitazione di questa entità per il trasporto pubblico, e che genere di ricadute avrà sulla mobilità della città, così come visti i precedenti non ci si aspetta neanche più una smentita, al massimo un peggioramento.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: