Roma, rivolta contro i rom a Torre Maura: la Procura indaga per odio razziale

Ieri pomeriggio circa un centinaio di cittadini residenti nel quartiere romano di Torre Mauro, nella periferia est della Capitale, sono scesi in strada per protestare contro il trasferimento di circa 60 rom nel nuovo centro di accoglienza di via dei Codirossoni, di proprietà del Comune.

Gli animi, ve ne abbiamo dato conto ieri, si sono scaldati e in pochi istanti, un'automobile e un cassonetto della spazzatura sono stati dati alle fiamme e sono volate parole molto pesanti, incluso quel "Dovete morire di fame" che ha fatto il giro della stampa in poche ore. Tutto è stato documentato dalle telecamere e oggi, mentre il Comune di Roma ha deciso di trasferire altrove quelle 60 persone, la Procura sta approfondendo l'accaduto.

È di questa mattina la notizia dell'apertura di un fascicolo della Procura di Roma sugli scontri di ieri. I reati ipotizzati al momento sono di danneggiamento e minacce aggravate dall'odio razziale. Era stata proprio la sindaca di Roma Virginia Raggi, ieri sera in visita a Torre Maura, a parlare di odio razziale:

Sono intervenuta per tutelare i tanti cittadini onesti di quel quartiere e i 33 bambini che rischiavano la vita e l'incolumità personale. Dovere dell'amministrazione è quello di tutelare la vita e l'incolumità delle persone. [...] Non possiamo cedere all'odio razziale, non possiamo cedere contro chi continua a fomentare questo clima e continua a parlare alla pancia delle persone, e mi riferisco prevalentemente a Casapound e Forza Nuova.

Anche il Ministro dell'Interno Matteo Salvini era intervenuto sulla vicenda, senza però condannare gli autori delle violenze: "No a ogni forma di violenza, no allo scaricare sulle periferie ogni genere di problemi. Ribadisco il mio obiettivo per cui sto lavorando da mesi: zero campi rom entro la fine del mio mandato da ministro. Chi si integra è benvenuto, chi preferisce rubare verrà mandato altrove".

Virginia Raggi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail