Urla e risate dopo aver sparato a Manuel: "La piazza e nostra"

risate dopo gli spari a manuel-bortuzzo.jpg

Urla di esultanza e risate dopo aver sparato a Manuel. Emergono nuovo dettagli sul ferimento all’Axa di Manuel Bortuzzo, il 19enne promessa del nuoto che raggiunto da un colpo di pistola al midollo non potrà più camminare.

I due giovani arrestati sono Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano che hanno ammesso le loro responsabilità: erano loro in sella allo scooter dal quale, nella notte tra sabato e domenica scorsi, sono partiti tre colpi di pistola di cui uno ha raggiunto "per errore" Manuel.

"Ci prendiamo la piazza, la piazza è nostra" gridavano i due ragazzi subito dopo gli spari. Grida di esultanza sentite dalla testimone che si trovava in piazza Eschilo e che ha aiutato la polizia a identificare i responsabili, poi costituitisi in questura a Roma.

La polizia era ormai sulle loro tracce e aveva trovato la pistola usata con sopra delle impronte digitali poco distante dal luogo del raid armato. Uno dei due giovani arrestati, quello che guidava lo scooter, davanti agli investigatori avrebbe sostenuto di non sapere che l’altro aveva la pistola: le risate dopo gli spari compromettono la sua versione.

Entrambi sono accusati di tentato omicidio premeditato in concorso e aggravato dai abietti e futili motivi. Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano sono in carcere a Regina Coeli da mercoledì. Questa mattina si terrà l'interrogatorio di convalida del fermo davanti al gip di Roma Costantino De Robbio.

  • shares
  • +1
  • Mail