Il Comune da il via libera al referendum Mobilitiamo Roma

donna molestata su bus Atac

La notizia è arrivata la mattina di lunedì 27 novembre in modo piuttosto inaspettato, visti i tempi biblici che il Comune di Roma si è riservato per la certificazione delle firme raccolte: il referendum "Mobilitiamo Roma" per la messa a gara del servizio di trasporto pubblico nella capitale, promosso da una serie di associazioni capitanate da Radicali Roma, si terrà la prossima primavera 2018.

Ora il sindaco Virginia Raggi avrà tempo fino al 31 gennaio per fissare la data della consultazione cittadina, e nel frattempo la Commissione per i Referendum dovrà stilare il regolamento per la disciplina degli spazi di informazione nella campagna elettorale referendaria.

In una dichiarazione Riccardo Magi e Alessandro Capriccioli, rispettivamente segretario di Radicali Italiani e di Radicali Roma, hanno parlato apertamente di "occasione storica" per i romani e la città:

"[...] potranno pronunciarsi in prima persona su uno dei temi che tocca in modo più diretto la loro vita: quello della loro libertà di movimento nella città, che attualmente viene loro negata da una situazione disastrosa che è sotto gli occhi di tutti. La strada indicata non soltanto dal nostro referendum e dai più di 30mila cittadini che l'hanno sottoscritto, ma dalle indicazioni nazionali ed europee e negli ultimi giorni anche dall'antitrust, è quella delle gare e quindi dell'apertura alla concorrenza: contro la quale hanno operato, per decenni e in modo trasversale, i meccanismi clientelari che hanno portato la capitale in un baratro senza fondo"

.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO