Referendum per liberalizzare il trasporto pubblico: aggrediti i Radicali

Non è la prima volta e, forse, non sarà nemmeno l'ultima: ieri pomeriggio alcuni attivisti dei Radicali sono stati aggrediti verbalmente e fisicamente a Tor Bella Monaca mentre raccoglievano firme, con loro c'era anche l'ex-candidato sindaco del PD Roberto Giachetti, per chiedere l'istituzione di un referendum atto a liberalizzare il trasporto pubblico di Atac nella città di Roma.

Già i primi di luglio c'erano stati diversi episodi, uno a Villa Gordiani, all'Eur e all'Università La Sapienza, nei quali i militanti radicali erano stati spintonati, insultati e poi cacciati dal luogo dove, regolarmente e con tutte le autorizzazioni del caso, erano intenti a raccogliere le firme per quello che è lo strumento principe della democrazia rappresentativa: il referendum. Ieri pomeriggio in via Acquaroni a Tor Bella Monaca uno dei 24 banchetti organizzati per la giornata di giovedì 3 agosto da Radicali Italiani e Radicali Roma per “Mobilitiamo Roma” è stato oggetto dell'ennesima aggressione: dopo circa un'ora di raccolta firme, verso le 17 alcune persone hanno iniziato a contestare l’iniziativa fino a rendere necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Secondo quanto riferito a RomaToday da Alessandra Laterza gli insulti sono poi continuati: “Hanno iniziato a fermare le stesse persone che fermavano noi durante il volantinaggio e hanno iniziato a spintonarci, a quel punto non ci è rimasto altro da fare che chiamare le forze dell’ordine. [...] Nonostante l’arrivo delle forze dell’ordine, i “contestatori” hanno portato avanti i loro obiettivi e a quel punto per gli attivisti del banchetto non è rimasto altro da fare se non terminare l’iniziativa prima del previsto”.

Questo il testo del referendum proposto:

“Volete voi che a decorrere dal 3 dicembre 2019 Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e rotaia mediante gare pubbliche anche a una pluralità di gestori e garantendo forme di concorrenza comparativa nel rispetto della disciplina vigente a tutela della salvaguardia e la ricollocazione dei lavoratori nella fase di ristrutturazione del servizio?“

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 30 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO