Slitta l'apertura del nuovo polo di Amazon a Roma

Slitta l'apertura della nuova sede di smistamento di Amazon di Passo Corese, 30 km a nord di Roma, che avrebbe dovuto aprire i battenti i primi di luglio: si tratta del secondo centro di distribuzione in Italia, dopo quello nel piacentino, un polo supertecnologico da 60.000mq multipiano che ad oggi non è ancora chiaro quando sarà operativo.

L'apertura sarebbe a rischio per l'autorizzazione all'allaccio di un depuratore sul territorio del comune di Fiano Romano, che ricadrebbe nelle competenze della Città metropolitana di Roma, presieduta da Virginia Raggi ma secondo quanto riporta Askanews i motivi sarebbero più tecnici che di volontà politica.

Dalle prime verifiche emergerebbe che l'autorizzazione all'allaccio non sarebbe stata chiesta dalla sola Amazon, ma da un consorzio di imprese. La richiesta sarebbe all'attenzione degli uffici che stanno lavorando per poter chiudere la cosa nei tempi utili ma sembra necessario un passaggio con l'Avvocatura della Città metropolitana.

Sono 1.200 i lavoratori in attesa di poter cominciare l'attività presso la sede Amazon di Passo Corese e il rischio, nel rovente clima politico che aleggia in Campidoglio, è che le possibili e prevedibili polemiche politiche possano ulteriormente rallentare l'apertura del magazzino.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO