Villa Torlonia: la mostra fotografica "3D Encontrando - Il tango come incontro"

Prende il via oggi a Roma, nel Teatro di Villa Torlonia, una mostra fotografica tutta dedicata al tango.

La mostra si chiama "3D Encontrando - Il tango come incontro", ed è curata da Gaia Camanni e Vanja Corà con opere di Philippe Antonello e Stefano Montesi.

Il progetto vuole suggerire, come spiegano gli organizzatori, una riflessione sul tango come metafora dei rapporti interpersonali.

L'iniziativa è promossa dall'assessorato alla crescita culturale con la Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con l’associazione "Deseo" con il Patrocinio dell'Ambasciata argentina.

Così la descrizione della mostra fotografica:

Il tango è un incontro, di sguardi e di corpi. Ogni movimento è improvvisazione, che può avvenire solo se la comunicazione fluisce ininterrottamente. Si balla in coppia, ma ognuno dei due ballerini pur mantenendo il contatto non lede l’individualità e l’equilibrio del singolo. L’abrazo tanguero ha infatti una particolare struttura: è fatto di pieni e vuoti, di contatto e di distanza.

Particolamente utilizzata la tecnica utilizzata: l'immagine fotografica è in 3D, in modo da rendere ancora più vivo il concetto di spazio, compreso quello "minimo ma fondamentale, che li distanzia nell'abbraccio".

Gli scatti di Philippe Antonello e Stefano Montesi riprendono tre coppie di ballerini di tango: Natasha Agudelo e Diego Benavidez, Yanina Bassi e Lucas Ameijeiras, Sabina Cipolla e Giuseppe Bianchi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO