Berdini: dimissioni "irrevocabili". Raggi: "Noi andiamo avanti"

Il caso Berdini si conclude questo pomeriggio con le dimissioni "irrevocabili" dell'assessore. Dopo le polemiche per il suo colloquio con il giornalista de La Stampa con conseguenti dimissioni parzialmente respinte dalla sindaca, Paolo Berdini affida ad una nota il perché del suo addio definitivo.

"Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l'emergenza abitativa, l'unica preoccupazione sembra essere lo stadio della Roma", scrive Berdini in una nota. E aggiunge: "Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell'urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma".

Così Berdini spiega le sue dimissioni, senza accennare alle polemiche di questi giorni: "Era mia intenzione servire la città mettendo a disposizione competenze e idee. Prendo atto che sono venute a mancare tutte le condizioni per poter proseguire il mio lavoro. Ringrazio coloro che hanno collaborato con me e le tante persone che mi hanno sostenuto in questi mesi di duro impegno. Da questo momento le mie dimissioni sono irrevocabili".

La sindaca Virginia Raggi ha commentato così le dimissioni irrevocabili del suo assessore: "Adesso basta: abbiamo anche sorvolato sui pettegolezzi da bar, ora prendiamo atto che l'assessore preferisce continuare a fare polemiche piuttosto che lavorare. Noi andiamo avanti".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO