Basilica di Sant’Eustachio, una “Casa della Misericordia” nei sotterranei vicino al Senato

basilica-di-santeustachio-roma.jpg

Realizzeremo una Casa della Misericordia per i poveri proprio di fronte al Senato.

É don Pietro Sigurani, dalle pagine de La Repubblica di Roma, ad annunciare che a partire dal mese di settembre una parte dei sotterranei della Basilica di Sant’Eustachio, a due passi da Piazza Navona e dalla sede del Senato, sarà trasformata in un luogo di riposo e relax per i poveri, una sorta di Casa della Misericordia che si affianca al già ottimo servizio mensa inaugurato oltre un anno fa proprio all’interno della basilica.

Don Pietro Sigurani, forte del successo della mensa dei poveri che va avanti ormai da mesi grazie anche all’aiuto di decine di volontari che ogni giorno per servire fino a 140 pasti completi per i più bisognosi, ha deciso di andare oltre e, come spiegato alla giornalista Laura Mari, creare uno spazio totalmente gratuito in cui i più bisognosi potranno rilassarsi, lavarsi e lavare i panni:

Sarà un centro aperto di giorno e di pomeriggio, vogliamo dare una "casa" e un'atmosfera familiare ai più bisognosi. Una piccola area relax con una biblioteca e ci saranno bagni, docce, una lavanderia e una stireria.

Il progetto dovrebbe partire a settembre e non è escluso che possa partire quanto prima una raccolta fondi per raggiungere gli oltre 300 mila euro necessari. Il Senato, che si trova davvero a pochi metri dalla basilica, ha già contribuito in parte:

Circa 24mila euro sono stati donati, per volere del presidente del Senato Grasso, dal ricavato del concerto di Natale di quest'anno che si è tenuto a Palazzo Madama. Il resto dei finanziamenti arriverà, mi affido alla provvidenza.

basilica-di-santeustachio-roma-2.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail