Roma: con la neve riappare la scritta 'Dux' sul Monte Giano

Scritta Dux Monte Giano

Un omaggio naturale a Benito Mussolini che resiste dal 1939. Parliamo della scritta DUX (o meglio DVX, con i caratteri latini) che campeggia sul Monte Giano ad Antrodoco (Rieti) da poco prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, composta da 20mila alberi di pino piantati dagli allievi della Scuola delle Guardie Forestali di Cittaducale per rendere omaggio al dittatore del ventennio fascista. Sebbene la scritta sia leggibile da quasi 77 anni c'è sempre qualcuno che si stupisce non conoscendo questa storia.

Il Monte Giano si trova a 90km da Roma eppure bastano un cielo terso e una leggera imbiancata di neve per rendere questa scritta naturale ben visibile anche da alcune zone della Capitale come Monte Mario o il Gianicolo. I più sorpresi sono giustamente i turisti che immancabilmente chiedono informazioni sul perché di quella scritta retaggio di un passato ormai lontano su una montagna. La suddetta resiste anche grazie ai restauri, i due più recenti nel 1998, con uno stanziamento di 240 milioni di lire da parte della giunta Badaloni (centrosinistra), e nel 2004 da parte di quella Storace (centrodestra).

La suddetta scritta, infatti, è considerata un patrimonio artistico e monumento naturale unico in Italia e nel mondo. Un bene da preservare al di là del significato ideologico.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6053 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO