Nonostante il Giubileo -30% di fedeli da Papa Francesco a dicembre

Il confronto tra i dati di dicembre 2015 e quelli di dicembre 2014.

La Prefettura della Casa pontificia ha fornito oggi i dati sui fedeli che hanno partecipato agli incontri pubblici con Papa Francesco in questo mese di dicembre 2015 ed è merlo che sono stati 324mila, circa il 30% in meno rispetto a dicembre 2014 quando invece furono 461mila. Non c'è stato dunque un effetto Giubileo al rialzo, ma semmai al ribasso.

I dati della Prefettura della Casa pontificia si basano sui biglietti e le registrazioni di persone e comitive per gli eventi quali udienze, celebrazioni liturgiche e recita dell'Angelus. Non includono dunque i pellegrini che vengono per passare sotto la Porta Santa anche se è molto probabile che la maggior parte dei pellegrini che arrivano da fuori Roma associalo il transito giubilare a uno degli incontri con il Papa e che dunque sia registrato dalla Prefettura.

In totale nel mese di dicembre 2015 Papa Francesco ha preso parte a 23 appuntamenti in 19 giorni diversi e 15 di questi giorni sono successivi all'8 dicembre, ossia il giorno in cui è stato inaugurato ufficialmente l'Anno Santo nella basilica di San Pietro. Proprio il giorno dell'apertura della Porta Santa a San Pietro sono stati 50mila i fedeli accorsi per assistere a quell'evento storico.

Le celebrazioni solenni hanno evitato che il dato in negativo fosse ancora più eclatante perché alle funzioni celebrate durante questo dicembre sono state registrate 108mila presenze, mentre l'anno scorso furono solo 21mila (ma il numero di eventi di questo tipo fu minore).

Le udienze generali del mercoledì hanno richiamato 44mila persone, mentre l'anno scorso furono 32mila, e sono aumentate anche le presenze alle udienze speciali, passate da 18.500 dell'anno scorso a 22mila di quest'anno.

I dati negativi vengono invece dalla recita dell'Angelus: a dicembre 2014 le presenze furono ben 390mila, quest'anno solo 150mila.
Non si può non sospettare che il calo sia dovuto alla paura per il terrorismo, tanto più che dicembre è il mese più vicino agli attentati di Parigi che sono avvenuti il 13 novembre e hanno scosso il mondo occidentale.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO