25 aprile 2012 a Roma: anche la festa di liberazione devia la mobilità

Scritto da: -

Bus finestrino riflesso

Festa o non festa, tutto quello di cui riuscirete a liberarvi per questo 25 aprile, non contempla ovviamente le ripercussioni e deviazioni sulla mobilità pubblica e privata, che in questa città procura anche un alito di vento e inevitabilmente le iniziative commemorative ‘più istituzionali’ del 67° anniversario della Liberazione dell’Italia dal fascismo nella capitale.

La cerimonia di omaggio al Milite Ignoto, che porta alle 9.15 all’Altare della Patria il Capo dello Stato, il Ministro della Difesa, il Capo di Stato Maggiore della Difesa e il Comandante Militare della Capitale, chiude infatti piazza Venezia al traffico veicolare sin dalle 8.00, deviando su percorsi alternativi le ventisette linee bus che la attraversano (C3, H, 40, 44, 46, 60, 62, 63, 64, 70, 80, 81, 84, 85, 87, 119, 130, 160, 170, 175, 190, 492, 628, 715, 716, 780, 916).

Viale Terme di Caracalla, e tutte le vie del percorso del “Gran premio ciclistico della Liberazione” che si corre dalle 9.00 alle 12.00, sin dalle ore 7 saranno invece chiuse e il percorso delle linee 160F, 175, 671, 714 e 715, deviato su percorsi alternativi fino alle 13 circa.

L’evento ciclistico alle Terme di Caracalla costringe infatti la linea 160 a non transitare in largo Chiarini, via Guerrieri e viale Baccelli, percorrendo al contrario la corsia centrale di via Terme di Caracalla.

Per la stessa ragione le linee 175, 671, 714, 715 non transitano in viale Giotto, piazzale Ardeatino, via San Saba, via Tata, via Alberti, piazza Bernini, via Ponzio e viale Porta Ardeatina, ma percorrono via della Piramide Cestia, e la fermata di via Terme di Caracalla, all’altezza di piazzale Numa Pompilio, resta temporaneamente sospesa.

Il Corteo dell’Anpi - Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, e le circa circa 5000 persone che dalle 9.30 alle 14 (circa) partiranno da via di san Gregorio (all’altezza dell’Arco di Costantino), attraversando piazza di Porta Capena, viale Aventino, piazza Albania, via della Piramide Cestia, piazza di Porta san Paolo e piazzale Ostiense, contribuiranno invece a limitare o deviare il percorso delle linee bus C3, 3, 23, 60, 63, 75, 81, 118, 130F, 160F, 175, 280, 628, 673, 715, 716 e 719.

“Correre insieme per la pace e la libertà”, dalle 9.30 alle 12, devia il percorso delle linee 20, 053 e 057, al passaggio degli atleti nelle strade chiuse di via Parasacchi, via Torraccio di Torrenova, via Cambellotti e via Balbiani.

Infine tra Porta San Paolo, la Piramide e piazzale Ostiense, sarà la proiezione in ricordo della Liberazione sulla Piramide Cestia, la causa della chiusura parziale di via Persichetti sin dalle 18 e di piazzale Ostiense dalle 20.30, con la relativa deviazione, dalle 18 a fine servizio, dei bus delle linee 23, 60, 63, 118, 130F, 280, 673, 715, 716 e 719.

Dirottate su via Galvani e via Mormorata, a saltare le fermate in via del Campo Boario sono però sono le linee 63 e 673, tutte le altre nonostante le deviazioni non salteranno alcuna fermata. Ovviamente mercoledì 25 aprile non sarà solo il 67° anniversario della Liberazione ad interessare la mobilità, quindi per tutto il resto vi rimando agli aggiornamenti della nostra rubrica dedicata.

Vota l'articolo:
3.82 su 5.00 basato su 28 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su 25 aprile 2012 a Roma: anche la festa di liberazione devia la mobilità

    Posted by:

    Il problema non sono tanto i festeggiamenti del 25 aprile. Il vero problema sono le manifestazioni e gli scioperi che si susseguono in modo incessante nel corso dell'anno. Sara Scritto il Date —