Scooterino Roma: viaggi su due ruote condivisi tra privati

La startup Scooterino condivide viaggi su due ruote a Roma, connettendo scooteristi e passeggeri con app e piccolo rimborso spese

Le vacanze romane in Vespa sono un sogno per molti turisti, almeno quanto i mezzi a due ruote restano una delle poche risorse per sopravvivere al traffico quotidiano e tentacolare di questa Capitale, alle prese con il trasporto pubblico decisamente inefficiente.

Sembra essere stata proprio una lunga attesa dei bus romani, ad ispirare al giovane imprenditore italo americano Oliver Page, l'idea del servizio di trasporto condiviso su due ruote lanciato sul mercato romano con lo startup Scooterino.

Viaggi in sella ad uno scooter, condivisi attraverso un'app che mette in contatto i proprietari del mezzo con persone che hanno bisogno di spostarsi in città, sul modello del servizio di trasporto auto privato Uber che sta spopolando in tutto il mondo nonostante le polemiche.

Per usufruire del servizio basta scaricare l'app disponibile per IOS e Android, prenotare il proprio spostamento con il percorso che il sistema provvede a connettere con quello degli autisti amatoriali testati dalla compagnia, di almeno 21 anni di età con patente, assicurazione e scooter omologato per due persone in regola.

Scooteristi privati che forniscono un passaggio, insieme ad un secondo casco omologato, ricavandone in cambio un piccolo “rimborso spese” di carburante e tempo, attraverso l'app collegata a carta di credito o ricaricabile, Paypal o Poste Pay, al costo di "poco più di un biglietto dell'autobus", visualizzato subito al momento della prenotazione.

L'app che permette di condividere anche il percorso durante il trasporto, alla fine della corsa consente ad autista e passeggero di lasciare un feedback, a beneficio della credibilità e sicurezza del servizio per la comunità a venire.

Connettendo sconosciuti al pari di Airbnb e BlaBlacar, sul modello dei taxi on demand ma senza tassametro, Scooterino è stata inserita nel progetto dell’incubatore Itech della Regione Lazio per lo sviluppo di nuove imprese, ricevendo 50mila euro di investimento dalla Agenzia spaziale europea e al momento conta circa 130 scooteristi e oltre 300 passeggeri, ma l'idea del giovane Page, già fondatore con su padre della startup NutKase a 17 anni, sembra avere i numeri per crescere.

Scooterino Roma

  • shares
  • Mail