Linea A Metro Roma: corse limitate alle 21.30, da aprile ad agosto 2015

Il trasporto di Roma tra urgenze e sperane per il futuro, subito i lavori di manutenzione che limitano le corse della Metro A alle ore 21:20, da aprile ad agosto.

Dopo l'ultima fase di razionalizzazione e potenziamento delle rete di trasporto pubblico di superficie, si torna a parlare di quella su ferro e degli ulteriori disservizi che si aggiungeranno presto lungo la linea A della metropolitana.

Nel corso della presentazione del dossier di Legambiente "Pendolari(a)Roma" di questa mattina, è stato l'assessore alla Mobilità Guido Improta ad annunciare la necessità di limitare il servizio della metro A alle ore 21.30, da aprile al prossimo agosto (la data di inizio lavori ancora non è stata precisata), insieme agli inevitabili disagi che comporterà nonostante le navette in strada a sostituirlo, MA1 (Battistini- Arco di Travertino) e MA2 (piazzale Flaminio-Anagnina).

"Abbiamo un enorme problema di manutenzione delle infrastrutture. Abbiamo bisogno di 120 milioni di euro per varare un importante intervento infrastrutturale sulle metro A e B. Da aprile, l'esercizio della metro A sarà limitato alle 21.30 per intervenire su un tratto di linea che così non può più andare avanti. Ci sarà un trasporto sostitutivo su gomma ma i disagi sono inevitabili".

ITALY-ART-TRANSPORT-POPE

Interventi di manutenzione straordinaria per mettere in sicurezza e potenziare l'intera rete che langue, quanto sembra farlo tutto il sistema di trasporto della città.

L'assessorato capitolino ai Trasporti sembra smentire la notizia diffusa da alcuni media riguardo l'assessore alla Mobilità del comune di Roma ed ex sottosegretario alle Infrastrutture del governo Monti, Guido Improta, indagato dalla Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta su presunti illeciti nell'affidamento degli appalti della Metro C, insieme a Ercole Incalza, ex capostruttura di missione del ministero delle Infrastrutture, arrestato nei giorni scorsi per un procedimento della Procura di Firenze su casi di corruzione nelle grandi opere.

Dalla chiacchierata con Improta giungono anche previsioni estese alle controverse tariffe dei parcheggi a pagamento sulle strisce blu, e l'aumento da 1 a 1.50, appena bloccato dalla sentenza del Tar, accogliendo il ricorso proposto da Codacons, cittadini e associazioni con «il potenziamento e/o la razionalizzazione della rete di trasporto pubblico che avrebbe dovuto precedere e non seguire la rimodulazione della disciplina della sosta».

"Probabilmente lasceremo la tariffa di 1,50 euro come costo all'interno dell'anello ferroviario, e avremo una tariffa differente fuori dall'anello ferroviario"

Probabilità e speranze che continuano ad estendersi alla rete dei tram

"Sono 38 i chilometri di linea tramviaria effettivamente disponibili ad oggi. Vogliamo rilanciare con 7 tracciati la dimensione del ferro leggero, riportandola a circa 90 chilometri cittadini"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 364 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO