La settimana dei Municipi: Ostia nelle mani di Mafia Capitale

Il presidente del Municipio X ha rimesso il proprio mandato nelle mani del sindaco

municipimafia

 

Quello che è accaduto questa settimana a Ostia è forse passato in sordina a causa delle tristi vicende internazionali, ma purtroppo è assai grave e indicativo di un malessere che ormai non risparmia più neppure le istituzioni che dovrebbero essere le più vicine al comune cittadino.

Il presidente del Municipio X, Andrea Tassone (che comprende l’enorme territorio che da Roma si estende al litorale) ha lasciato il suo incarico, rimettendolo nelle mani del sindaco Marino, e ha azzerato la propria Giunta a causa del verificarsi di “infiltrazioni mafiose, il condensarsi di un clima di minacce e pressioni e di una realtà amministrativa complessa”.

La delega al litorale è dunque stata affidata all’assessore comunale alla Legalità, Alfonso Sabella, dal primo cittadino di Roma che ha commentato l’accaduto denunciando la gravità della situazione e assicurando che sarà fatto tutto il possibile per non consegnare Ostia nelle mani della mafia. Tra i primi provvedimenti che saranno presi in tempi record, la rotazione dei dirigenti in tutti i ruoli di quel Municipio – compreso quello dei vigili urbani - come già era stato stabilito in precedenza.

Inoltre, in concomitanza dell’annuncio di Tassone, il commissario Pd di Roma, Orfini, ha lanciato un appello agli altri minisindaci per spingerli a denunciare eventuali situazioni simili qualora accadano nel proprio territorio di competenza, perché certe situazioni ‘particolari’ vanno anche gestite in maniera ‘particolare’.

Archiviata questa brutta notizia, non è che in giro ci sia da stare molto più allegri: lunedì scorso, 16 marzo, le autorità nazionali e del Municipio XV hanno reso omaggio alle vittime di via Fani a 37 anni dal rapimento dell’allora presidente Dc, Aldo Moro; poco più in là, a Ponte Milvio, nello stesso territorio, un abitante si è ritrovato con l’auto priva di tutte e 4 le ruote. Il fatto è stato denunciato allo sportello Casa del cittadino che segnala un preoccupante incremento dei reati proprio in questo quadrante della città.

A onor del vero, però, qualche buona notizia c’è: nel mercato Casilino, Municipio V, è stato inaugurato un presidio della Croce Rossa che oltre a fungere da punto di primo soccorso, organizzerà corsi e darà la possibilità di fare alcuni controlli sanitari; il Municipio II, invece, ha promosso un corso gratuito di disostruzione pediatrica. Il Municipio XV annuncia che la caserma Ulivelli a Forte Trionfale sarà oggetto di un piccolo intervento di ristrutturazione e che l’area verde sarà destinata al quartiere.

Nel Municipio II, inoltre, presso l’istituto Boccioni, sarà presto realizzato un asilo nido che oltre a dare un contributo ad accorciare le proverbiali liste d’attesa capitoline, darà finalmente un’offerta completa dal punto di vista didattico nello stesso comprensorio, dal nido alle medie. Sempre il virtuosissimo Municipio II, poi, in occasione della Giornata mondiale della sindrome di Down, promuove il Play Day 2015, con tante iniziative sportive dedicate alle persone affette da questa disabilità.

E chiudiamo la settimana con una serie di appelli e proposte che speriamo non restino inascoltate: partiamo da quello per la riapertura, in occasione del Giubileo straordinario annunciato dal Papa, dell’ostello della gioventù realizzato nel 2000 all’interno del Santa Maria della Pietà (Municipio XIV); poi c’è quello al vicesindaco Nieri affinché si occupi della riqualificazione dei giardini in via Siligo, Municipio XI, chiusi da ormai troppo tempo; quello per la sistemazione – attraverso fondi europei – dello storico mercato di Porta Portese, avviato dal Municipio XII; infine quello per la valorizzazione di Villa Sant’Urbano sull’Appia Antica, Municipio VIII.

Foto | Ky

  • shares
  • Mail