Fiera di Roma? Ogni anno crescono le perdite

Gli ultimi quattro anni sono stati davvero critici e i bilanci continuano a far registrare cifre in negativo da capogiro

fiera di roma


I dati non sono affatto in positivo e, anzi, crescono i debiti. La Fiera di Roma sembra non decollare da almeno 4 anni portando a crisi di liquidità importanti, che superano gli 85 mila euro. Le perdite, in tutto, sono arrivate a circa 199 milioni e sarebbero necessari degli immediati interventi.

A lanciare l’allarme sui conti della Fiera è stato il direttore generale Fausto Murdolo, il quale ha sottolineato come la tendenza in negativo sia scattata soprattutto a partire al 2010. Da allora è stato perso circa metà del fatturato e ora le cose rischiano di precipitare. Gli interventi per salvare il salvabile sono già scattati, con una serie di piani strategici che dovrebbero se non riportare la situazione alla normalità, almeno tamponarla.

La stessa Fiera di Roma con Investimenti spa, presieduta da Lorenzo Tavaglianti, ha sempre cercato di far fronte alla crisi, facendosi carico delle perdite. Nell’ultimo anno, però, le cose sembrano essere precipitate con il passaggio da 19,3 al 31,6 milioni di perdite. Il bilancio della società, ovviamente, non è rimasto immune a tutto questo per un trend che, al momento, sembra quasi inarrestabile. Nel 2013 il fatturato si è attestato a 23 milioni, ma è sempre in perdita.

Ad oggi il taglio del personale e tutte le spese riviste, non sono bastate a migliorare la situazione, ma invertire rotta deve essere possibile e immediato per evitare altri disastri economici.

  • shares
  • Mail