Prostituzione, il Prefetto Pecoraro: "Stop alle zone rosse, sarebbero favoreggiamento"

Secondo il Prefetto creare aree di tolleranza all'EUR equivarrebbe ad ammettere che la prostituzione è una pratica lecita.

Creare una zona a luci rosse a Roma significherebbe dare per scontato che la prostituzione sia una pratica lecita, perciò, secondo il Prefetto Giuseppe Pecoraro, non è possibile procedere con il progetto del presidente del IX Municipio Andrea Santoro che vorrebbe creare una zona ad hoc nel quartiere Eur.

In particolare, il Prefetto ha spiegato:

"Nel momento in cui si indicano delle zone si configura il favoreggiamento, cioè indurre la prostituzione in quelle zone. Per cambiare la situazione servirebbe una legge diversa. È una materia molto delicata, per cui servirebbe sicuramente un dibattito in parlamento e in commissione parlamentare per arrivare a una normativa che modifichi la legge Merlin"

Dopo l'annuncio di Santoro che ad aprile sarebbero nate zone di tolleranza all'Eur sono arrivate critiche da più parti: prima di tutto dai vescovi, poi dalla Presidente dell'Associazione "Slaves no more" e l'Osservatore Romano che ha sottolineato quanto sia stato di cattivo gusto dare un annuncio del genere proprio nei giorni in cui si celebrava la prima giornata mondiale contro la tratta.

Anche la politica si è fatta sentire, ovviamente l'area più conservatrice: Forza Italia, infatti, ha intenzione di presentare un esposto contro il sindaco Ignazio Marino, il Presidente del I Municipio Andrea Santoro e il comandante dei vigili Raffaele Clemente evidenziando che una sentenza della Corte di Cassazone definisce come reato di favoreggiamento della prostituzione "qualunque attività idonea a procurare favorevoli condizioni per l'esercizio della prostituzione".

Intanto il Presidente del Pd Matteo Orfini, nonché commissario dei dem romani dopo lo scandalo corruzione, ha annunciato una riunione mercoledì pomeriggio nella sede del Nazareno per discutere questa proposta di creare zone a luci rosse a Roma e ci saranno consiglieri comunali, parlamentari e presidenti di Municipio più l'assessore alle Politiche Sociali Francesca Danese.

Prefetto di Roma no a zone a luci rosse

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 68 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO