Earth Day e Earth Hour 2015 a Roma: sfida, educazione e itinerari ambientali

Earth Day e Earth Hour 2015 a Roma si mobilita per il Pianeta, lasciando il Colosseo al buio per un'ora e promuovendo 365 giorni di iniziative ambientali

Il nostro pianeta respira insieme a noi e tutti quelli che continuano a percepirlo in ogni alito di vento e di vita, anche senza il suggetivo video realizzato da John Nelson, utilizzando le immagini NASA che registrano le informazioni sulla variazione delle nostre stagioni e i cambiamenti climatici, non aspettano certo la Giornata della Terra e l'Earth Hour per ricordare quanto è importante non soffocare questo respiro.

Anche in loro, resta comunque la speranza che le iniziative che prendono vita ogni anno, contribuiscano ad accendere consapevolezza e coscienza ecologica in chi è ancora sordo a questo respiro vitale.

A questo scopo la prossima sfida internazionale al cambiamento climatico si sta già preparando a sabato 28 marzo 2015, quando dalle 20.30 alle 21.30 ora locale, l’ora di buio dell'Earth Hour 2015 partendo dal Pacifico farà il giro del mondo in 24 ore, spegnendo anche a Roma le luci del Colosseo e quelle dell'Oasi faunistica di Macchiagrande sul litorale, insieme alla Basilica di San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, il Quirinale, piazza del Campidoglio e Palazzo Senatorio.

Da un'ora a 365 giorni, l'Earth Day (Giornata della Terra) continua a lavorare quotidianamente anche a Roma, per promuovere la formazione di una nuova coscienza ambientale, e se oggi la XXV edizione di “Corri per il parco" approfitta del verde di Tor Tre Teste, molti si preparano a correre anche i 5 km della stracittadina della Maratona di Roma del 22 marzo, acquistano i biglietti tramite Earth Day Italia e sostenendo il progetto "Maratona per la solidarietà", pronta a donare un anno di sport ai ragazzi in difficoltà.

Iniziative che pensano al futuro del pianeta partendo dai giovani, come gli aspiranti calciatori che potranno approfittare di educazione ambientale e inglese con il neonato "Arsenal Earth Day Camp" che si terrà nella Capitale dal 3 al 6 Aprile 2015.

Mentre il weekend rombante del Motodays 2015 porta alla Fiera Di Roma le moto elettriche di grandi marchi, la Onlus sta organizzando un recruiting di volontari per l'Earth Day Village di Roma, ma sono tanti i concorsi fotografici, letterali, i premi rivolti agli studenti delle scuole e le iniziative che trovate con dovizia di particolari sul sito e i social metwork dell'Earth Day Italia.

Ricordo inoltre che gli ecoitinerari naturalistici tra il Tevere e il mare organizzati dalla Società Geografica Italiana, da fare a piedi, in bici o a cavallo, immersi nella natura tra Roma e Ostia, restano una buona occasione per ascoltare quel respiro esplorando il nostro territorio e come al solito solo elencati anche di seguito, per i nostri lettori più pigri.

Daily Life In Rome

Itinerari eco turistici tra il Tevere Ostia e il Mare

1) Percorso da Ostia Antica al mare
L’itinerario parte da Ostia Antica e si spinge nella sua variante allungata fino alla Pineta di Castelfusano ricollegandosi al mare. Il percorso permette di approfondire contenuti naturalistici ammirando l’area della Riserva Naturale del Litorale Romano e della Pineta di Castelfusano, rilevanze archeologiche a partire dal sito di Ostia Antica fino ai resti minori presenti nella Pineta di Procoio, aspetti culturali relativi alla Storia della Bonifica. Le varianti esperenziali previste permettono di approfondire diversi aspetti, dalla cultura del territorio attraverso la visita all’Ecomuseo del Litorale Romano e/o al Borghetto dei Pescatori, allo sport con le attività ed i servizi offerti dai maneggi e centri ippici dell’area, fino alle diversificate esperienze gastronomiche e culinarie. L’itinerario si connette con la formula FREE Lungomare.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

2) Percorso Argine
Il percorso attraversa la Riserva Naturale del Litorale Romano che dagli scavi di Ostia Antica si estende su un territorio ricco di cultura e di tipicità. La storia della bonifica e delle saline vi accompagnerà in un percorso tra le fattorie all’interno della riserva, in cui gli operatori locali offriranno un connubio di tradizione, tipicità ed innovazione. Il percorso include varianti esperenziali legate allo sport, alla natura, alla cultura e alla gastronomia, nonché servizi aggiuntivi per famiglie, giovani e adulti (baby parking, percorsi didattici, dog parking, punti ristoro).

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

3) Percorso verso il mare
L’itinerario, partendo da uno dei siti archeologici più importanti del territorio nazionale, Ostia Antica, ripercorre il corso del Fiume Tevere fino al Porto di Ostia. Passeggiando lungo l’argine si incontrano testimonianze relative alla storia del Fiume, al sistema delle torri costiere, alla biodiversità dell’area, agli interventi antropici come l’idroscalo ed il Porto di Ostia. E’ possibile entrare in contatto con l’ecosistema naturale praticando il birdwatching, immergersi nella fruizione delle forme di benessere moderno mentre si apprende il ruolo delle terme ai tempi dei romani, oppure godere delle esperienze culinarie offerte sul litorale ascoltando cenni di storia della gastronomia romana.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

4) Percorso Pineta Borghetto
Arrivati alla Stazione di Castel Fusano ci si immerge nell’omonima Pineta assaporando l’atmosfera di una commistione di natura, archeologia e cultura. Nella fase conclusiva l’itinerario offre l’opportunità di vivere un’esperienza suggestiva nel Borghetto dei Pescatori, lasciandosi incantare da uno dei tanti racconti popolari sulla vita quotidiana nell’antico nucleo insediativo. All’itinerario è possibile associare esperienze gastronomiche e relative al benessere, combinare l’itinerario FREE che costeggia il litorale fino al Porto di Ostia, oppure connettere attività più specialistiche come l’immersione nell’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

5) Percorso free Lungomare
Costeggiando il lungomare di Ostia è possibile ammirare da un lato il mare di Roma e le testimonianze riconducibili alla storia della balneazione, dall’altro lato il tessuto urbanistico che con gli edifici liberty offre uno degli aspetti più interessanti della visita. Il percorso può essere intervallato dalle esperienze connesse alla gastronomia e al benessere per concludersi nell’area del porto di Ostia con attività di tipo naturalistico e di birdwatching.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

6) Percorso Fattoria
Il percorso si snoda lungo l’argine del Fiume Tevere che dagli scavi di Ostia Antica risale il fiume e costeggia il paesaggio della Riserva del Litorale Romano da un lato e il paesaggio fluviale dall’altro lato. L’itinerario si spinge fino al punto suggestivo e panoramico in cui il fiume si divide per abbracciare l’Isola Sacra. La storia della bonifica e gli elementi della cultura del territorio accompagneranno la visita. Alla passeggiata è possibile combinare esperienze sportive offerte dai centri ippici e maneggi, esperienze gastronomiche e percorsi culturali, tra cui la visita agli scavi di Ostia Antica e al Borgo con il Castello di Giulio II.

Durata: mezza giornata
Difficoltà: bassa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail