Autovelox rubato in via Casilina a vigili addormentati in servizio

A Roma capita anche che i vigili della municipale si addormentino in servizio, facendosi rubare il costoso autovelox di ultima generazione che dovrebbero guardare a vista.

Tra campagne di repressione dell'alta velocità, autovelox fissi, mobili, diretti dai social network e street control di ultima generazione, è facile perdere il conto dei diversi strumenti di controllo del codice della strada in dotazione degli agenti della Capitale, ma a quanto pare ne manca uno dalla partita di costosi autovelox acquistati dal Comune (da noi) lo scorso settembre, e come spesso accade al danno si aggiunge anche la beffa.

L'autovelox di ultima generazione che manca all'appello, e la costosa macchina fotografica con obiettivo, compresi nel kit di misurazione della velocità, erano infatti montati sul cavalletto in zona Casilina e controllati a vista da una pattuglia di vigili in servizio durante la notte.

Nonostante questo, l'apparecchiatura è stato rubata, approfittando del sonnellino schiacciato dai due agenti chiusi nell'abitacolo riscaldato. Un furto apparentemente 'insolito', denunciato contro ignoti dalla municipale alla procura della Repubblica, avvenuto per ragioni ancora sconosciute, che spaziano dalla vendetta di un multato ad un atto di sabotaggio, quando anche solo il valore della macchina fotografica con obiettivo potrebbe esserne la causa, lasciata ben visibile sulla strada per non offrire all'eventuale automobilista multato alcun appiglio per invalidare la sanzione registrata.

I due agenti addormentati, che le analisi di rito hanno escluso essere stati narcotizzati, nei prossimi giorni saranno comunque sottoposti ad una sanzione disciplinare interna e rischiano la sospensione dal servizio, oltre a dover risarcire l’Amministrazione del costoso ammanco, ammesso che non esista una forma di assicurazione a tutela di queste eventualità.

ITALY-FEATURE-MONUMENT

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2891 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO