Decoro Roma & la Campagna per il Decoro Urbano

Il video della nuova campagna per il Decoro Urbano di Roma Capitale è certo decorativo (che non vuol dire decoroso) e un tantino distante dalla realtà, ma passeggiando nella capitale fresca di Decoro Day può capitare di vedere squadre Ama alle prese con l’ennesima operazione muri puliti, o la task force del Campidoglio intenta a rimuovere gli impianti pubblicitari abusivi, ritenuti pericolosi per il codice della strada o solo “decaduti” all’Ufficio Affissioni.

Interventi che con 300mila euro ora e 800mila per il nuovo anno ripuliranno le strade della capitale dai cartelloni non autorizzati, almeno per un po’, ma non temete di annoiarvi perché quelli autorizzati sono comunque tanti.

La caccia alle affissioni selvagge della giungla urbana, a quanto pare, non ignora neanche i volantini-adesivi riconducibili alla faida dei svuota cantine, spesso di origine straniera, talvolta celata dietro false utenze, comunque responsabili di un business dei traslochi spesso illegale, e in molti casi anche dei rifiuti rifiuti abbandonati in strada.

Le discariche illegali che affiorano ovunque ci sia uno spazietto pronto ad accogliere rifiuti, e impegnano l’Unità Bonifica Discariche di AMA quanto gli insediamenti abusivi, si aggiungono del resto alla situazione indecorosa di quelle legali, da Malagrotta che continua ad essere aperta, a quelle scelte per sostituirla che continuano a non volere in tanti, mente la raccolta differenziata dei rifiuti fa ridere o piangere a seconda dei casi.

A questo proposito dopo l’ennesima manifestazione-crocifissione, al coro di no per le nuove discariche di Riano e Corcolle si aggiunge anche l’opinione contraria del presidente della commissione parlamentare Ecomafie, Gaetano Pecorella (Pdl), che ribadisce la vicinanza di Riano con abitazioni e la cava di tufo a diretto contatto con le falde acquifere a rischio contaminazione, e quella di Corcolle con un castello del Mille e Villa Adriana.

Se Roma è la nostra casa, e per rispettarla bastano pochi gesti, come non gettare rifiuti in terra, fare la raccolta differenziata, rispettare le aree verdi e i beni artistici, segnalare casi di incuria, mentre qualcuno di occupa di vigilare su tutto, dati e multe alla mano, come mai la nostra casa è ancora così sporca?

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: