A Roma apre la scuola Volontè - In classe con Scola, Mastandrea e Germano per diventare i registi, gli sceneggiatori e gli attori del futuro


Roma si conferma sempre più Capitale del cinema nazionale. Nella città eterna c'è l'industria, rappresentata in primis da Cinecittà. Ogni autunno si tiene il Festival internazionale del film. Qui vivono i più grandi registi ed attori italiani. E sono presenti le più importanti scuole del Paese come l'Accademia nazionale d'arte drammatica ed il Centro sperimentale di cinematografia oltre ai licei prepratori (il Cine-Tv) . Ma da oggi Roma può vantare una nuova realtà molto speciale: è stata infatti inaugurata la Scuola provinciale d'Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, dedicata alla formazione delle professioni nel cinema.

La scuola, che si trova alla Magliana, in via Greve 61, è la concretizzazione del sogno di alcuni giovani attori italiani tra cui Valerio Mastandrea, che sarà anche il presidente del comitato tecnico scientifico. Collaboreranno all'Istituto grandi nomi del cinema nazionale: i registi Ettore Scola, Giuliano Montaldo, Francesca Comencini e Daniele Vicari, gli interpreti Elio Germano e Alba Rohrwacher ed il produttore Domenico Procacci.

La Volontè è a tutti gli effetti una scuola pubblica per formare professionisti di diversi settori: regia, recitazione, sceneggiatura, montaggio, suono e fotografia. Ogni anno partiranno corsi gratuiti per 66 alunni in uno spazio con tre aule multimediali, ciascuna con 12 postazioni e computer, un teatro di posa, aule didattiche per costumi e scenografie oltre a quelle dedicate a produzione, fotografia e recitazione con monitor al plasma e microfoni. A rendere possibile l'apertura dell'istituto è stata la Provincia di Roma. "La scuola - ha affermato il presidente Zingaretti - rappresenta un segnale forte che l'arte del cinema porta in periferia. Avviare la formazione dei ragazzi che vi hanno preso parte è un modo per creare i presupposti di una grande opportunità di lavoro”.

Tra gli altri collaboratori della scuola anche lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo, la montatrice Simona Paggi, il fonico Alessandro Zanon, lo scenografo Lorenzo Baraldi, l’autore di effetti digitali Mario Zanot, il docente dell’Università di Tor Vergata e direttore del Festival cinematografico di Pesaro Giovanni Spagnoletti, il critico cinematografico Steve Della Casa.

Foto: Wikipedia

  • shares
  • +1
  • Mail