Romanorum: il romano spiegato ai romani. Lo stemma di Vannozza Cattanei

Romanorum: il romano spiegato ai romani. Lo stemma di Vannozza Caetani

Romanorum: il romano spiegato ai romani. Lo stemma di Vannozza CattaneiPuntata 'particolare' questo nuovo appuntamento con Romanorum. Oggi non vi raccontiamo la storia di un detto o di un'espressione idiomatica, ma vogliamo parlarvi di uno stemma che nasconde però una serie di eventi che spiegano qualcosa della nostra città quanto una frase in dialetto - se non di più. Quello che vedete nell'immagine di lato è uno stemma presente su un muro del Centro storico. Indovinato quale?

Siamo in vicolo del Gallo, a poca distanza da Campo de' Fiori, ai civici 11-14 di un palazzo che ebbe una proprietaria dalla fama discussa. Si tratta di Vannozza Cattanei, prima e favorita tra le amanti del cardinale Rodrigo Borgia, poi diventato più noto come Papa Alessandro VI. In questo palazzetto, Vannozza partorì in gran segreto i tre figli che ebbe dal pontefice: Lucrezia, Cesare e Juan e Josè.

Conosciuta durante un viaggio del cardinale a Mantova, Vannozza Cattanei fu una donna che i libri descrivono come scaltra, molto bella e sicuramente poco interessata a preoccuparsi dei matrimoni di copertura che il Papa le impose in cambio di ingenti somme di denaro. Somme con cui lei acquistò numerosi immobili a Roma, compreso il palazzo sormontato da questo stemma che raffigura i simboli di tre famiglie: quella dei Borgia, quella dei Vannozzi e quella dei Canale.

Carlo Canale fu infatti uno dei tanti mariti 'di facciata', per un'ipocrisia che il popolino romano conosceva benissimo eppure faceva finta di ignorare. Tanto da non aver problemi con quello stemma, simbolo di corruzione e oltraggio alla religione, presente ancora oggi.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • +1
  • Mail