Sospetto caso ebola alla Questura di Roma: falso allarme, era una crisi epilettica

Un cittadino africano ha accusato un malore all'ufficio immigrazione e sul posto è intervenuto il 118.

Un uomo all'ufficio immigrazione della Questura di Roma è stato ricoverato in seguito ad un malore: subito sono scattate le procedure d'emergenza per fronteggiare un eventuale caso di ebola.

L'uomo ha cominciato a perdere sangue dal naso in maniera sempre più copiosa e poi avrebbe perso i sensi. Secondo quanto affermato dal sindacato di Polizia Anip Italia l'uomo, un giovane somalo, si sarebbe sentito male mentre era in attesa di rinnovare il soggiorno per protezione internazionale.

Si tratta chiaramente di una procedura d'emergenza standard, non è quindi in alcun modo accertata (e anzi è da escludere) la presenza di un primo caso di ebola in Italia. Da una prima visita è risultato che l'uomo, residente in Italia da due anni, ha semplicemente la febbre.

Ricoverato al Policlinico Umberto I, subito l'allarme rientra: all'uomo è stata riscontrata una forte crisi epilettica.

(in aggiornamento)

ambulanzeroma-anteprima-600x470-842984

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 154 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO