Manifestazione 15 Ottobre, sale l'ansia dell'attesa


Tipico. Prima fanno finta di nulla. Finché possono. Poi quando si accorgono che la portata del fenomeno non può essere trascurata corrono ai ripari. Tutti ne parlano... E allora comincia a montare il clima da tensione intorno alla manifestazione di sabato prossimo. Il percorso (che vedete nella mappa de Il Messaggero.it) costringe alla città blindata; c'è un allarme intercettazioni poco rassicuranti, ci sarebbe chi vuole gli scontri (per esempio?). Oggi prove generali a via Nazionale davanti a Bankitalia.

Non dovrebbe essere previsto un servizio d’ordine interno. E tale libertà d’azione preoccupa non poco la polizia. Si temono azioni provocatorie contro le banche o i palazzi della politica. Ora è diventata la giornata internazionale della rabbia. Come se la situazione attuale non fosse costantemente sotto all'erta. Il pericolo in questi casi è che si sposta così l'attenzione pubblica sul pericolo e sui disagi dell'evento (domenica c'è anche il derby), demonizzandolo. Lo hanno già fatto per altre manifestazioni, avendo anche ragione per la complicità dei soliti imbecilli.

La cosa peggiore sarebbe se usassero questo sistema per impedire che la gente testimoni quello che succede. Fanno anche questo. Ancora non si sa quanti agenti delle forze dell'ordine saranno impiegati quando si dovrebbe tutti remare tutti contro l'esasperazione della protesta, da una parte e dall'altra. In realtà, ricordo che per il VDay di Grillo, a Roma per la verità molto decentrato, non si verificò nulla di grave, forse perché appunto, i media ansiosi lo avevano ignorato...

Il Coordinamento 15 Ottobre però sta lavorando alla grande senza pause. Si è messo al servizio della riuscita della mobilitazione, ed insiste sul carattere democratico della manifestazione che del resto investe tutto il mondo. Nessuno deve dimenticare che ci si muove in difesa degli esseri umani rispetto ai profitti, nemmeno quel pericoloso 1% di cui parla Gramellini su La Stampa.

"Siamo il 99%! Non siamo merce nelle mani di politici e banchieri, o di chi pretende di governarci e non ci rappresenta, l’alternativa c’è ed è nelle nostre mani, democrazia reale ora!" Queste sono le parole che stanno invadendo la Rete, i corridoi, le case e le strade, per finire in piazza. Noi ci saremo. Qui potete contattare il coordinamento per ogni genere di informazione.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 33 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO