iPhone 6 in vendita anche nella Capitale. A Porta di Roma scoppia la protesta

Lancio di uova e farina contro i primi clienti del nuovo melafonino, che erano in fila da ore. Intanto è stata una donna la prima romana fortunata a possedere l’iPhone 6.

E’ una febbre, la stessa che convince milioni di giovani e non, a restare in piedi per ore in attesa di stringere fra le mani l’oggetto del desiderio. In questo caso l’iPhone 6. La Apple continua a mietere “vittime” tra coloro che proprio non riescono a farne a meno e così in tutta Italia, Roma in testa.

Oggi sarà un giorno di stanchezza infinita per molti iPhone fan, visto che da ieri pomeriggio non si contavano le code dietro agli Apple Store per l’evento dell’anno.

Il più richiesto, sin dal pre-ordine è stata la versione plus (che fa capire come la crisi sia relativa su certe questioni), mentre tra le novità c’è l’eliminazione del 32 giga, a favore del 16,64 e 128 giga.

iphone6

A Roma, comunque, la prima ad aver acquistato il suo nuovo smartphone è una donna, felice di quella che è stata una vera e propria conquista. Sì, perché proprio in questo centro commerciale, non sono mancati gli attimi di panico a causa di una protesta.

Tutto è iniziato con l’urlo “Ieri bombe, oggi iPhone” e, a questo punto, è giunta una pioggia di uova e farina su coloro che attendevano per l’acquisto del momento. Il "blitz", così autodefinito, è da attribuire al Blocco Studentesco, che si è vantato dell’accaduto in giro sui social network. Per fortuna che sono studenti, a giudicare dalla propria presentazione, qualche dubbio resta.

Schermata 2014-09-26 alle 13.05.52

Si tratta di un movimento di estrema destra che intendeva "lanciare una provocazione". Il gruppo voleva sensibilizzare tutti su quanto il consumismo stia influenzando pesantemente le nostre vite e la nostra mente.

Con i famosi gavettoni, dunque, hanno voluto “risvegliare” la coscienza di chi non pensa ad altro che al nuovo telefono. Curioso che poi adoperino simili mezzi tecnologici e l'uso strategico dei social network per promuoversi.

  • shares
  • Mail