Invito a Palazzo: arte e storia nelle Banche di Roma, visite gratuite 4 ottobre 2014

La XIII edizione di Invito a Palazzo, sabato 4 ottobre 2014 apre le porte di edifici storici di Roma, ad arte, storia e cultura custodita dalle Banche.

Per chi ha già iniziato ad annusare il profumo di oblio di questo weekend, aggiorno l'agenda degli appuntamenti per il prossimo, con un Invito a Palazzo, o meglio nei palazzi di proprietà delle banche di Roma, aperti ad ingresso gratuito e visite guidate in italiano e inglese, il prossimo sabato 4 ottobre, dalle ore 10.00 alle 19.00.

Un evento promosso dall’ABI (Associazione Banche Italiane) in tutta Italia, che torna ad aprire portoni di dimore solitamente inaccessibili, ricche di storia e cultura 'custodita' dai nostri istituti bancari, e per certi versi, quindi anche un po' da noi.

Un viaggio per tutti i tempi e i gusto, anche nella città eterna, dove si torna al neoclassicismo, romano ed internazionale con arazzi, arredi e preziosi di Palazzo Altieri (piazza del Gesù 49) che ospita ben tre istituti bancari, offrendo altrettante visite nel Banco Popolare, l'Associazione Bancaria Italiana e alla Banca Finnat.

Un viaggio che continua con UniCredit, dal Settecento romano nel Palazzo de Carolis (UniCredit, via Lata, 3), al Barocco con la Cappella del Palazzo del Monte di Pietà (UniCredit, piazza Monte di Pietà, 33), ricco di storia 'sofferta', vecchia e nuova.

Nel programma di questa edizione ci sono anche viaggi con le opere d'arte classica, contemporanea e fotografica, esposte nell'edificio della Direzione Generale di BNL Gruppo BNP Paribas (via Vittorio Veneto, 119), da Giuditta ed Oloferne del Lotto a un Capriccio del miglior Canaletto, da De Chirico a Guttuso, con le collezioni “Cinquanta pittori per Roma” e “Cinquanta pittori per Roma nel 2000”, mentre ospita la mostra "Francesca Tulli. Un contemporaneo a Palazzo".

Oltre a tutto quello che è possibile scoprire nel museoresidenza di Palazzo Rondinini di Banca Monte dei Paschi di Siena (via del Corso, 518), una visita a La Filiale romana della Banca di Sassari, ubicata nel complesso del Monastero di Santa Susanna, oltre ad arazzi e una mostra di gioielli da ammirare nei locali dell'istituto di credito, è possibile accedere alla Domus Romana recentemente recuperata nei sotterranei.

L'Invito a Palazzo 2014 si estende anche alla Sede del Credito Valtellinese (via S. Pio X, 6-10), costruito fra il 1936 e il 1939, in prossimità della chiesa di S. Michele Arcangelo, nello stile littorio che connota l’intero quartiere, ricostruito sulle macerie dell’antica “Spina di Borgo”, e interni rinnovati negli anni ’90, che ospitano il ciclo “L’Ombra e la Luce di San Pietro in Vaticano” delle fotografie di Marco Anelli.

Per maggiori info si può chiamare il numero 066767400, dalle 10 alle 18, oppure inviare una e-mail all’indirizzo invitoapalazzo@abi.it.

Invito a Palazzo 2014

Direzione Generale, Sede della BNL - Gruppo BNP Paribas,
via Vittorio Veneto, 119 
Edificio del Piacentini (1934-37), pensato appositamente quale sede della Banca per proiettare nel lussuoso, recente quartiere a ridosso di Porta Pinciana, l’idea di forza e affidabilità. I suoi ampi corridoi e saloni sono arricchiti da affreschi, statue antiche e da una quadreria che annovera capolavori quali Giuditta ed Oloferne del Lotto, La Madonna Albani del Barocci, un Capriccio del miglior Canaletto. L’epoca moderna è rappresentata da pitture di Corot, Morandi, Severini, e dalle Collezioni 50 pittori per Roma e Roma 2000.
Apertura straordinaria dalle ore 9.00 alle 10.00 per scuole e gruppi su prenotazione (06-47027264)

Filiale Banca di Sassari
Largo di Santa Susanna, 124
La filiale si trova nel complesso di Santa Susanna, che secondo la tradizione fu edificato sulla casa di Susanna. Di origini paleocristiane, dal tardo Cinquecento la Chiesa presenta una facciata in travertino considerata il primo esempio compiuto di architettura barocca.
A causa della sopravvenuta inagibilità della Chiesa di Santa Susanna non sarà possibile visitare gli scavi. La Banca offrirà la mostra "Monete Sardo-Puniche (fine IV-III secolo a.C.) e della Repubblica Romana (circa 216-30 a.C.)", appartenenti alla propria collezione privata, che sarà allestita nei locali della filiale. 

Palazzo Altieri
Sede dell’Associazione Bancaria Italiana,
piazza del Gesù, 49 
Progettato da Giovanni Antonio De’ Rossi, il Palazzo venne ampliato alla fine del Seicento ed è considerato un modello dell’architettura e del gusto artistico del barocco romano. Rinnovato alla fine del Settecento, divenne un importante cantiere del neoclassicismo romano ed internazionale. All’interno si trovano ancora arredi coevi di grande valore storico e artistico. Nella foto, l’affresco Allegoria della Celemenza di Carlo Maratta, volto a celebrare papa Clemente X Altieri.

Palazzo Altieri
Sede delle Banca Finnat,
piazza del Gesù, 49 
Il Palazzo è recentemente tornato agli antichi splendori grazie ad un oculato restauro delle facciate e del cortile. Tra le opere d’arte della Banca, è il suntuoso soffitto con “L’apoteosi di Romolo”, opera del Canuti. Il tema di Romolo trionfante nella Roma antica e moderna, pagana e cristiana, è ricorrente nella decorazione del Palazzo. In questo programma si inserisce l’affresco del Canuti che doveva servire ad exemplum per il suo valore morale.

Palazzo Altieri
Sede del Banco Popolare,
piazza del Gesù, 49 
Una porzione del seicentesco palazzo Altieri è entrato a far parte del patrimonio del Gruppo Banco Popolare a seguito della fusione avvenuta nel 2002 con la Banca Popolare di Novara. Questa preziosa dimora, per quanto concerne l’intero secondo piano nobile, è stata adibita a Sede di Rappresentanza. Si tratta di sedici ambienti, riccamente decorati e arredati con una collezione di prim’ordine dedicata alla pittura di paesaggio, sacra e di genere fra Sei e Settecento, oltre che con sculture, arazzi e mobili di grande pregio. Il progetto dell’edificio fu commissionato a Giovanni Antonio De Rossi prolifico architetto del barocco maturo a Roma.

Palazzo de Carolis
Sede dell’UniCredit,
via Lata, 3 
Voluto da Livio de Carolis, il Palazzo fu costruito, tra il 1714 e il 1728, dall’architetto romano Alessandro Specchi. Le sale del piano nobile sono coperte da soffitti riccamente intagliati e decorati, ornati da pitture che costituiscono un ciclo figurativo di portata eccezionale che si pone come documento fondamentale, nella storia della pittura decorativa a soggetto profano, del settecento romano. Nella cappella è esposta la toccante immagine del volto del Cristo morto, dipinto su tavola attribuito a Luca Signorelli.

Palazzo Rondinini
Sede della Banca Monte dei Paschi di Siena,
via del Corso, 518 
Palazzo Rondinini nasce attorno al 1750 come simbolo del raffinato collezionismo praticato dai Rondinini sin dalla fine del Cinquecento. Il Palazzo, sobriamente elegante all’esterno, rivela all’interno tutta la sua singolarità, con arredi squisitamente raffinati dell’ultimo Rococò che si coniugavano con l’esposizione di moltissime opere d’arte della Classicità, possedute dal Marchese Giuseppe, ultimo discendente dei Rondinini dai quali prese il nome la pietà michelangiolesca.

Sede Credito Valtellinese,
Via S. Pio X, 60
Il palazzo, costruito fra il 1936 e il ’39 a conclusione dell’isolato di raccordo fra l’asse monumentale di via della Conciliazione e il Lungotevere in Sassia, in prossimità della chiesa di S. Michele Arcangelo, fa esplicito riferimento a quello stile littorio che connota l’intero quartiere, ricostruito dopo il Concordato del ’29 sulle macerie dell’antica “Spina di Borgo”. Gli interni, rinnovati negli anni ’90, ospitano in permanenza le fotografie di Marco Anelli dal ciclo “L’Ombra e la Luce di San Pietro in Vaticano”.

Via | Facebook

  • shares
  • Mail