Roma set cinematografico: dal remake di Ben Hur al nuovo 007

Dal remake di Ben Hur al nuovo episodio della saga di James Bond, Roma e il Lazio tornano set di grandi produzioni cinematografiche con la Fondazione Roma Lazio Film Commission.

Per il Ben-Hur cinematografico la folle corsa delle bighe non si è mai arrestata nella capitale, ma se i tempi d'oro della Hollywood sul Tevere sembrano buoni per parchi tematici come CineCittà World, il remake del celebre, costoso e premiatissimo  dramma storico diretto da William Wyler, già rifacimento di un film muto del 1925, e di ispirazione per tanti, dal Lucas di Guerre Stellari ai gladiatori in affitto di Andrei, sembra pronto a tornare in azione proprio a Roma, scelta come set della produzione MGM e Paramount, diretta dal regista action russo Timur Bekmambetov.

Una grande produzione americana che, tra indiscrezioni sul possibile protagonista (Tom Hiddleston?) e di uscita nelle sale ('slittabile' al 2016?), nelle prossime settimane dovrebbe iniziare le riprese nella nostra capitale.

Ben_hur_corsa_2

Stessa cosa per il nuovo episodio del celebre agente speciale 007, pronto a portare nella città eterna il biondo Daniel Craig, ancora una volta nelle vesti di James Bond diretto da Sam Mendes.

Tutto questo mentre la provincia viterbese si prepara ad ospitare il set del nuovo film del regista russo Pavel Lungine interpretato da Michelle Pfeiffer, e le riprese di una produzione italo-argentina nel pittoresco Borgo Antico di Civita di Bagnoregio.

Sarebbero questi i primi frutti succosi colti dalla nuova Fondazione Roma Lazio Film Commission, ad un solo mese dall'insediamento, stando alle rivelazioni entusiaste condivise dal suo presidente Luciano Sovena, e quello della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, discutendo del futuro del cinema in occasione della 71. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica del Cinema di Venezia.

“La scelta delle città del Lazio come luoghi privilegiati da parte di registi di fama mondiale per creare le loro nuove opere ci inorgoglisce, conferma che la volontà di tornare ad investire sulla Film Commission è stata giusta e dimostra quanto la Regione Lazio creda in questo settore. Vogliamo puntare sulle nuove produzioni e migliorare il patrimonio culturale del nostro territorio. Lo facciamo in una città come Roma e in una Regione come il Lazio dove l'industria dell'audiovisivo detiene il primato in Italia. E’ necessario continuare a farlo per aiutare la ripresa produttiva, il lavoro e la crescita puntando su un comparto lavorativo assolutamente in espansione, che coinvolge anche tanti giovani creativi interessati all'ambito dell'audiovisivo”." - Nicola Zingaretti


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO