Mare amaro. La sporca fine estate sul litorale laziale

sperlonga Quest'anno la sfortuna, in un modo o nell'altro, perseguita quanti di noi si sono arrangiati a fare le ferie vicino casa. Abbiamo evitato traghetti e mete esotiche, abbiamo scelto il campeggio e messo le tende sul litorale prossimo a casa: ma se chi infine è partito ad agosto è riuscito a evitare gli acquazzoni di luglio (che hanno sporadicamente perseguitato chi è partito prima per risparmiare), non si può dire altrettanto fortunato per quanto riguarda lo stato del mare.

I bagnanti continuano infatti da settimane a tempestare di telefonate i numeri degli Uffici Circondariali Marittimi di zona per segnalare la sporcizia, visto che in questo agosto il mare è sempre meno blu un po' dappertutto: a partire da Santa Marinella, dove a causa della rottura di due depuratori quest'anno molti hanno dovuto rinunciare ai bagni.

A Sperlonga da giovedì scorso è entrata in funzione una nave spazza-mare per liberare l'acqua dai rifiuti, e pare che la situazione stia rientrando alla normalità. E poi ci sono macchie giallastre e schiuma fra Ladispoli e Cerveteri, chiazze scure a Nettuno: le cause? Scarichi abusivi in canali di scolo, alghe e, appunto, rottura di depuratori. Come è stato il vostro mare?

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail