Tutti gli omicidi della nuova mala di Roma - La lunga scia di sangue nella Capitale del XXI secolo


L'omicidio dell'imprenditore 45enne, Roberto Ceccarelli, avvenuto in Prati ad aprile. Quello del 5 luglio, sempre nello stesso quartiere, di Flavio Simmi. L'assassinio del 27 luglio a Primavalle. Ed in mezzo la gambizzazione di un pregiudicato il 10 luglio scorso al Tiburtino.

Nuova mala romana. O Mafia calabrese, campana e siciliana. Ancora non sono chiari i contorni della lunga scia di sangue che sta investendo Roma negli ultimi mesi. E' una certezza, però, che la Capitale, colpita anche da spaventose aggressioni neofasciste come quella del pestaggio di Monti, è diventata il campo di una battaglia il cui obiettivo è il controllo dei traffici illeciti, droga in primis, nella città eterna.

La situazione è grave. Questi tutti gli episodi di violenza negli ultimi tempi. L'8 aprile 2011, in via Col di Lana, viene freddato con un colpo di arma da fuoco in piena faccia Roberto Ceccarelli. Il 10 luglio scorso un 33enne pregiudicato viene gambizzato nel quartiere tiburtino da due sicari. Ed il 5 luglio viene ucciso da alcuni colpi di pistola Flavio Simmi, già gambizzato vicino campo de'Fiori 6 mesi prima. Tre giorni fa Simone Colaneri, viene ucciso dopo essere stato gambizzato in via Pietro Bembo, in zona Primavalle.

Ed ancora. Il 14 giugno, il 47enne Marco Calamanti viene aggredito a San Basilio e ucciso con un colpo di crick in testa per una questioni di debiti e lo stesso giorno il 74enne pensionato ebreo Rafael Coen viene trovato morto in casa colpito con una stilettata al cuore.

Foto: Pieroit

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: