Roma-Ostia: dal lungomare di oggi al Waterfront di domani

Ostia Lungomare

Ostia cambia! Davvero? Dopo un po' di attesa, stando al Programma per la riqualificazione del Lungomare di Ostia Waterfront appena presentato al Multiplex Cineland, quando avranno finito del quartiere di Roma con il mare rimarrà giusto il nome, insieme a risorse paesaggistiche (spiagge, mare, pineta) e archeologiche (Ostia Antica) che dovranno contendersi spazio e atmosfera con una cittadella ad alto tasso di shopping, trattamenti termali, fitness, sport, passerelle, movida, e quello 'scrupolo' di cultura che non guasta mai.

Così dopo essere stata in ostaggio di una brutta reputazione e ‘cattiva amministrazione’ per tutto il tempo che ha fatto comodo, la fascia costiera compresa tra la foce del fiume Tevere e la tenuta di Castel Porziano, dalla risacca all’entroterra, sarà riqualificata come un polo turistico della città eterna, e motore di sviluppo economico e occupazionale, tra stagni che daranno un nuovo significato al termine, tante città che hanno poco a che fare con quelle invisibili di Calvino e troppo con quelle dei parchi giochi, perfette per una passeggiata razionalista, tutti i parcheggi necessari e un parco acquatico per spiaggia e dune.

Ovviamente nel faraonico progetto che ha beneficiato del supporto di Risorse RpR, e richiederà investimenti ingenti (588 mln€), reperiti in partnership tra pubblico (Roma Capitale) e privati (SGR) selezionati in modo “trasparente” (salvo licenze poetiche sul termine), rientra l’ampliamento del porto turistico di Ostia e la sistemazione del vecchio idroscalo, la riqualificazione di Torre San Michele, i nuovi scavi di Ostia antica, il potenziamento del trasporto pubblico locale come l’adeguamento della viabilità, la riqualificazione del Borghetto dei Pescatori, la creazione del parco del Tevere .. e così tante beltà che, in attesa del "confronto con la cittadinanza" senza il quale non si farà niente .. vi consiglio di approfondire salendo sull’arcobaleno del Waterfront, in dettaglio dopo il salto ..

Il progetto pilota con interventi di recupero urbano ed ambientale comprende:
(anche nella slide dell'intervento del Sindaco Gianni Alemanno da scaricare in pdf)

la passeggiata razionalista - un vero e proprio parco lineare che riqualifica gli spazi aperti e introduce nuovi servizi collettivi, pubblici e privati;

la città dell’acqua - alla riqualificazione degli impianti sportivi esistenti (per esempio i campionati Mondiali di nuoto del 2009) si unisce la realizzazione di spazi all’aperto per il tempo libero e di servizi connessi alla nautica;

la città dei giochi e della scienza - nuovo polo della cultura e del tempo libero, con la creazione di verde pubblico attrezzato e di impianti ricreativi, commerciali, ricettivi;

la città del benessere - zona prevalentemente destinata alla ricettività, allo shopping, al fitness e al benessere integrato con i trattamenti termali;

il parco acquatico – prevede il recupero, la rinaturalizzazione, il ripascimento e la salvaguardia attiva della spiaggia e delle dune, la riorganizzazione del sistema dell’accessibilità e della sosta e la creazione di attrezzature di interesse comune;

l’area centrale - il centro di Ostia viene riqualificato e viene realizzato un nodo di scambio modale;

il polo della nautica e il parco ambientale della foce sostituiscono l’attuale insediamento spontaneo, completamente privo di servizi e caratterizzato da un rischio idraulico elevato. L’intervento prevede la riqualificazione dei cantieri navali esistenti e la creazione di un polo produttivo nautico, la ricollocazione degli abitanti dell’ex idroscalo in altre zone di Ostia, la riqualificazione a verde dell’area oggetto di demolizione e l’istituzione del parco ambientale della foce;

il nucleo storico di Ostia antica - realizzazione della “porta degli scavi del fiume” tramite la riqualificazione dei parcheggi esistenti e l’inserimento di nuove funzioni a supporto della fruizione turistica;

gli stagni di Ostia - realizzazione di un nuovo insediamento residenziale e commerciale, riorganizzazione del sistema viario e della sosta, adeguamento della dotazione di servizi collettivi.

Si prevede inoltre l’arretramento della sede viaria esistente, spostata verso l’interno ed allontanata dalla linea di costa, e la riorganizzazione del lungomare pedonale.

Alcuni dei progetti correlati alla riqualificazione del Lungomare di Ostia riguardano il potenziamento del trasporto pubblico locale; la realizzazione del nuovo Ponte della Scafa; la realizzazione del viadotto di collegamento via dei Rostri - via Fiamme Gialle; la sistemazione degli approdi sul fiume Tevere realizzazione del percorso pedonale all’interno della Riserva del Litorale; la creazione del parco del Tevere (come previsto nel Piano di Bacino); il completamento della passeggiata a mare - stabilimento Roma con nuovo pontile; piano di ampliamento e riqualificazione del Borghetto dei Pescatori; ampliamento del porto turistico di Ostia; riqualificazione di Torre San Michele; centralità locale Ostia lido; nuovi scavi di Ostia antica.

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: