Romanorum: il romano spiegato ai romani. "Ariconzolasse co' l'ajetto"

Romanorum: il romano spiegato ai romani. \"Ariconzolasse co\' l\'ajetto\"

Avete gradito le precedenti e noi continuiamo. Nuova puntata di "Romanorum: il romano spiegato ai romani“, il nostro piccolo viaggio tra i modi di dire capitolini. Le origini di detti e termini romaneschi che stanno lentamente andando in disuso o che resistono a tempi e ritmi moderni, raccontate svelandone fatti poco noti, ragioni e abitudini.

L'espressione di oggi è "Ariconzolàsse co' l'ajetto" (o anche, riferito a se stessi: "Ariconzolàmose co' l'ajetto"). Si usa quando, in seguito a uno o più eventi negativi, si gioisce di un piccolo momento positivo. L'ironia è tutta romana, ovviamente: la frase insiste proprio sul poco che rimane di cui essere contenti (da qui anche l'uso come sfotto' se detto a qualcuno che si bea di una misera vittoria - "Sì, ariconzòlate co' l'ajetto...").

L'origine è ancora una volta popolana. L'aglietto è l'aglio in erba, non ancora formato, privo di spicchi (e quindi dal sapore meno intenso). Se ci accontentiamo di mangiare quello, ci stiamo accontentando di poco, conzolàndose appunto con cose di poco conto. Senza la pronuncia dialettale, l'espressione è abbastanza comune altrove, ma la romanità la declina nella sua forma più divertente e colorita.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 42 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO