Henri Cartier-Bresson in mostra al Museo dell’Ara Pacis di Roma

Henri Cartier-Bresson in mostra al Museo dell’Ara Pacis di Roma, dal 26 settembre 2014 al 6 gennaio 2015.

Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. È un modo di vivere.

Il modo di vivere di Henri Cartier-Bresson, con l'obiettivo su quell'istante decisivo che ha immortalato il ‘900, con tutti i suoi stravolgimenti, personaggi chiave e stupori quotidiani.

L’occhio del secolo che ha fondato la prestigiosa agenzia fotografica Magnum Photos nel 1947, con Robert Capa, David Seymour e George Rodger, e le basi del fotogiornalismo, fatto la resistenza e politica, sociologia visuale e viaggi in quasi tutto il mondo, studiando pittura con André Lhote, lavorando nel cinema con Jean Renoir, disegnando e avvicinandosi al surrealismo.

Lo sguardo all'avanguardia che ha reso la fotografia uno stile di vita, puntata su mondi riflessi in una pozzanghera, dinamiche vitali e poetiche del quotidiano.

#BressonRoma

La preziosa eredità iconografica lasciata all'immaginario con un settantennio di immagini, protagoniste di una nuova lettura fornita dalla più ampia retrospettiva europea mai organizzata, in mostra al Centre Pompidou Musée national d’art moderne di Parigi, sino al 9 giugno 2014, prima di arrivare al Museo dell’Ara Pacis di Roma, dal 26 settembre 2014 al 6 gennaio 2015.

Un viaggio con il il fotografo vicino al movimento Surrealista intorno agli anni Trenta, il militante documentarista della Guerra civile spagnola e della Seconda guerra mondiale, il reporter degli anni Cinquanta e Sessanta e l’artista più intimista degli anni settanta.

Una grande esposizione, per 500 tra fotografie, disegni, dipinti, film e documenti, presentata a dieci anni dalla morte di Henri Cartier-Bresson, promossa da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e prodotta da Contrasto e Zètema Progetto Cultura, viene.

Il frutto di un lungo lavoro di ricerca e anni di studio nell’archivio del fotografo, a cura di Clément Chéroux, storico della fotografia e conservatore capo del Dipartimento Fotografico del Museo nazionale d’arte moderna al Centre Pompidou di Parigi, come la monografia esclusiva edita da Contrasto lo scorso dicembre, e le sue 397 pagine da sfogliare in attesa della mostra nella capitale.

Per i più tecnologici c'è anche la panoramica della mostra offerta dall'applicazione Henri Cartier-Bresson disponibile per iOS e Android, realizzata in partnership con Le Monde.fr, Magnum Photos e la Fondazione di Henri Cartier-Bresson.

Foto | Contrasto


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 107 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO