LunEur nel 2015: subito per Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

Ritorno al LunEur con Jeeg Robot, il supereroe di Tor Bella Monaca sul set di Gabriele Mainetti, aspettando l'apertura del nuovo parco per gennaio 2015, insieme all'Acquario del laghetto.

La storia del LunEur è ben nota, insieme alle vicende cha hanno portato il parco meccanico più antico d'Italia a lasciare il posto al Baby Park (da 0 a 12 anni) per le famiglie dei congressisti attesi nell’Eur di torri giardino e case di vetro, ancora in cantiere con Nuvole di Fuksas, e acquari sotterranei.

Il Luneur e l'Acquario più grande d'Europa, che Pierluigi Borghini, Presidente di Eur SpA, ha dato per aperti e inaugurati entro gennaio 2015, durante l'intervento su Tele Radio Stereo Due.

Ruota-panoramica-LunEur-Roma

In attesa del ritorno della ruota del Luneur sull'orizzonte orfano di Roma Sud, ancora in manutenzione come i pochi giochi restaurati che troveranno posto nel nuovo Luneur, sembra che il passaggio dal vecchio al nuovo sarà propiziato dal passaggio di un piccolo supereroe di periferia, o meglio da "Lo chiamavano Jeeg Robot".

Nei prossimi giorni sarà proprio il Luneur ancora in cantiere, ad ospitare le riprese del primo lungometraggio di Gabriele Mainetti, regista romano ben noto per i suoi apprezzabili corti, dalle "Basette" in viaggio con Valerio Mastrandrea nell'immaginario sedotto da Lupin, al bambino mascherato di “Tiger Boy” (nel trailer a seguire), con la sua storia di disagio infantile che ha sfiorato gli Oscar 2014 nella categoria "live action short", dopo aver già conquistato tante giurie e premi internazionali.

Una nuova storia ambientata a Roma, che arriva dalla periferia di Tor Bella Monaca con i poteri da supereroe scoperti da un piccolo ladruncolo locale, l'amore che redime anche quando arriva da una ragazza un po’ lenta, e un cast che riporta sul grande schermo Claudio Santamaria.

Una coproduzione di Goon Films (la societa' di Mainetti) e Rai Fiction, pronta ad entrare nel LunEur, e dare uno sguardo a quello che ci aspetta nel futuro, o forse solo al ricordo che continueremo a custodire del parco della nostra infanzia.

Foto | Wikipedia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 174 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO