Scioperi

Scioperare a Roma è una pratica secolare, che punta a creare il maggior disagio possibile al fine di manifestare malcontento e ottenere riconoscimenti.

Il mix di storia e leggenda che ha finito per sedimentarsi su ogni vecchia pietra di questa città, sembra far risalire la prima forma di sciopero alla “secessione” sull'Aventino del 496 a.C, usata dalla plebe per ottenere dai patrizi il riconoscimento dei propri diritti e l'elezione dei rappresentanti, dopo aver lasciando Roma vuota, paralizzata, ed esposta alle minacce dei nemici.

Caos e disservizi replicati nel quotidiano dal ricco calendario di astensioni dal lavoro, praticate da ogni categoria di lavoratori, trasformata in una sorta di consuetudine per le aziende di trasporto pubblico, soprattutto di lunedì e venerdì, quando il traffico in strada non avrebbe alcun bisogno di aiuto per trasformarsi nell'inferno d'asfalto.

Il 12 febbraio 2013, anche ginecologi e ostetriche hanno inaugurato il loro primo sciopero nazionale di 24 ore, lasciando in attesa visite, analisi e nascite programmate (parto cesareo).

La stagione degli scioperi predilige i giorni strategici e scomodi, per rendere la protesta più efficace, ma ultimamente è costretta a rispettare una calendario di giorni nei quali è vietato fare sciopero, come la franchigia che entra in vigore cinque giorni prima della Pasqua ed si protrae nei cinque giorni successivi.

Stessa cosa nei periodi di esodo estivo, dal 27 giugno al 4 luglio, dal 28 luglio al 3 agosto, dal 10 al 20 agosto, dal 28 agosto al 5 settembre e dal 30 ottobre al 5 novembre.

Poi se ne riparla nel periodo di Natale, per la precisione dal 17 dicembre al 7 gennaio, ma anche in caso di consultazioni elettorali, con franchigia che scatta nei tre giorni che precedono e seguono il voto e per le giornate di consultazioni nazionali, europee, regionali, amministrative e referendarie.

Una sfumatura eterna di questa città che noi continuiamo a monitorare on line e dalla strada, dalla Commissione di Garanzia Sciopero, alle risorse social aggiornate in tempo reale.